Comune di San Gemini
wifi Comune di San Gemini
A- A+ A
Home » Protezione Civile
Protezione Civile

Attività

Sono attività di protezione civile quelle rivolte alla previsione e prevenzione dei vari tipi di rischio, al soccorso delle popolazioni sinistrate ed ogni altra attività necessaria ed indifferibile diretta a superare l’emergenza.
Gli ambiti di competenza vengono definiti in base alla gravità dell’evento calamitoso. Così la legge n. 225/92 distingue eventi fronteggiabili mediante interventi attuabili da singoli Enti o amministrazioni competenti in via ordinaria, gli eventi che per loro natura ed estensione comportano l’intervento coordinato di più Enti o amministrazioni, eventi che per intensità ed estensione debbono essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari.

La solidarietà

L’aspetto più importante è, ovviamente, quello del fine di solidarietà e della sua traduzione operativa nella caratteristica della gratuità, dell’assenza del fine di lucro individuale e collettivo.
La Protezione Civile è, in qualche modo infatti, il punto più alto e di sintesi della solidarietà, in quanto è solidarietà verso un’intera comunità, colpita da un fatto grave e violento come la calamità e chiama a raccolta doverosa tutte le energie della società, nessuna esclusa ed al massimo delle capacità.
Questo vale con evidenza nell’emergenza, ma vale anche nella fase di previsione e prevenzione: che è, appunto, conoscenza attenta ed armoniosa della propria realtà territoriale, che non può non tradursi in rispetto ed impegno attivo di tutela e valorizzazione.


Nuova cultura della Protezione Civile

Lo sviluppo nell’ultimo decennio di una nuova cultura della Protezione Civile intesa non più soltanto come soccorso, ma, principalmente, come attività di previsione e prevenzione delle calamità, nonché di pianificazione e gestione dell’emergenza e delle fasi di avvio della ripresa e ripristino delle attività, implica una capillare e sistematica azione di sensibilizzazione, informazione e formazione a vari livelli:

a)
la conoscenza dei rischi presenti e/o possibili nel proprio contesto esistenziale;
b) la conoscenza delle strutture territoriali alle quali fare riferimento in caso di emergenza;
c) la conoscenza delle norme e dei comportamenti per la prevenzione ed il primo soccorso;
d) la conoscenza della cultura e del vissuto della cittadinanza alla quale ci si rivolge.